martedì 16 settembre 2008

IN VISTA DEI PROSSIMI APPUNTAMENTI ELETTORALI


MAURO CORI PRESIDENTE DEL LOCALE CIRCOLO DI ALLEANZA NAZIONALE, INTERVIENE IN VISTA DEI PROSSIMI APPUNTAMENTI ELETTORALI:

"Tra non molto, e precisamente nella prossima primavera, arriverà la tanto attesa ora delle urne. Noi come Alleanza Nazionale non possiamo che esserne felici e per questo confidando in un cambiamento della nostra fallimentare amministrazione comunale di Castel di Lama,
, con un occhio di riguardo proiettato anche verso la provincia, che riteniamo fondamentale al fine di congedare la inoperosa amministrazione Rossi. Alleanza Nazionale, che intanto si protende verso quello che sarà il Popolo della Libertà cercherà come lo è sempre stata, di essere quanto più vicina ai cittadini alzando la voce a difesa di quanti ritengano di avere problemi o di non essere adeguatamente tutelati da chi si è preposto di farlo. A tal proposito a breve sorgerà a Castel di Lama il coordinamento del Popolo della Libertà, che coinvolgerà tutte le persone desiderose di essere partecipi di un cambiamento epocale, con il quale , per mezzo della ottima attività di Governo, sta cambiando in positivo il nostro Paese con tutte le difficoltà che non riguardano solo l’Italia ma che assumono sempre più le misure di una crisi economica mondiale. A partire dalla sicurezza dove senza mezze misure il governo si è adoperato superando le misere strumentalizzazioni del centro sinistra, ai rifiuti a Napoli dove in poche settimane si è riusciti a fare quello che in 15 anni d amministrazione di centro sinistra non si era riusciti, all’abolizione dell’ICI, per arrivare al federalismo fiscale, oggi in dirittura d’arrivo, alla riforma della scuola. Il cambiamento arriverà anche da noi, dove il centro sinistra per via di un radicamento cinquantennale che la vede ai vertici di enti di primordine, risentirà di questo vento nuovo e con il lavoro di chi come noi fa politica per amore e spirito di servizio riusciremo nell’opera. Guardiamo alla provincia, che in questi 4 anni ha registrato una crisi a livello occupazionale senza precedenti mentre chi sedeva ai vertici di questa, pensava ad autocelebrarsi ed in contemporanea decine di aziende chiudevano e migliaia di lavoratori venivano messi in mobilità o addirittura rimandati a casa. Per non parlare della sanità dove la regione si è totalmente dimenticata di questa zona e mentre il centro sinistra governa incontrastato da anni, beffandoci con manifesti che sapevano molto di “presa per il di dietro”. Allora vogliamo rivolgere una domanda a chi si ritiene orgogliosamente di appartenere al P.d.: perché i vostri amministratori che avete eletto nella vallata non alzano la voce in regione per rivendicare ciò che non è stato fatto? Perché attaccate solo ed esclusivamente il governo egregiamente guidato da Silvio Berlusconi e non ve la prendete con la regione che ha poteri in materia e che in altre zone si adopera molto più che nella nostra?
La risposta come direbbe un noto presentatore televisivo sorge spontanea; ed è perché nessuno vuole mettersi in contrasto con i propri vertici di partito!
Allora è qui che ci sentiamo di appellarci agli elettori e ad invitarli a valutare bene prima di mettere la fatidica crocetta sulla scheda elettorale.
Per Castel di Lama vogliamo ricordare che in questi oltre 4 anni di amministrazione Rossini i risultati sono stati alquanto fallimentari in tutti i settori e non ultimo l’inaugurazione del Parco della Pace che è stato inaugurato prima ancora che fosse ultimato. Il fotovoltaico che viene sempre riproposto ma che ha una portata goffa rispetto a dei grandi investimenti che in questo campo sono stati messi in opera da altre amministrazioni anche di centro sinistra. L’indecenza delle strade è sotto gli occhi di tutti, la cementificazione barbarica ha deturpato un territorio bellissimo, la mancanza di parcheggi in aree vitali e ad alta concentrazione di zone commerciali, per poi parlare di tutela del commercio organizzando e sperperando fior di migliaia di euro per manifestazioni come la notte bianca, aree comunali non illuminate adeguatamente, mancanza di un efficiente rete di collegamento della parte alta del comune con la parte bassa, muri imbrattati da stereotipi che qualcuno cerca di spacciare per arte ma che al tempo stesso costano fior di soldi per essere rimossi, per non parlare di servizi strategici come centri di assistenza medica qualificati. Queste sono le cose sotto gli occhi di tutti e crediamo che le la gente di buon senso non possa non tenerne conto. Si sente parlare in questi giorni che a sinistra c’è un affollamento di leaders e sinceramente la cosa non può che far ridere. Chi sono questi leaders? Gli stessi che si sono alternati tra comune e provincia ? Gli stessi che non hanno portato nulla a Castel di Lama? Come si usa dire “il vecchio che avanza”. Qual è il peso di essi oltre i confini di Castel di Lama, visto che all’orizzonte non ci sono grandi progetti che dimostrino il contrario? Per questo crediamo che oggi amministrare sia molto più di quello che tanti credono, amministrare richiede tempo e competenze; ci sono tante risorse che vanno ricercate per progetti nobili che possono essere finanziati. Il tempo è denaro, e come un vecchio detto recitava “ la botte piena e la moglie ubriaca” resta una cosa impossibile".

2 commenti:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
GIANNI ha detto...

CARO MAURO,
DEVI DIRE CHE QUESTO E' UN VERO E PROPRIO MANIFESTO PER LIBERARE CASTEL DI LAMA DA QUESTA GENTE.
AVANTI COSI', NOI TIREREMO DIRITTO !