martedì 30 ottobre 2007

CASE AL POSTO DEL CAMPO SPORTIVO

Articolo del giorno 03/08/2007 Cronaca di Vallata del Tronto
torna all'elencoLa zona dove c’è l’impianto di Croce-Forcella verrebbe trasformata in un’area edificabile” Per Cori esisterebbe un accordo tra un imprenditore locale e il sindaco Rossini “Case al posto del campo sportivo” CASTEL DI LAMA – “Là dove c’era l’erba ora c’è una città, e quella casa in mezzo al verde dove sarà”… cantava Adriano Celentano nel “Il ragazzo della via Gluck”. Ora, l’incubo del Molleggiato sembrerebbe rivivere anche a Castel di Lama, dove fonti vicine all’Amministrazione comunale – secondo quanto ha denunciato Mauro Cori, esponente del circolo Bruno Caraffa di Alleanza nazionale - parrebbero rivelare “l’esistenza di una trattativa atta a favorire un accordo tra l’Amministrazione guidata dal sindaco Patrizia Rossini ed un imprenditore locale per mettere a segno l’ennesima speculazione edilizia”. “L’accordo – secondo quanto ha riferito il rappresentante del Circolo Bruno Caraffa - prevedrebbe la trasformazione del campo sportivo di Croce-Forcella, previa approvazione di un’apposita variante urbanistica, in un’area edificabile destinata alla realizzazione di nuove case ed appartamenti. In cambio, l’imprenditore si impegnerebbe a costruire un “centro sportivo” in una non ben precisata località del comune di Castel di Lama”. “Come si evince da queste premesse – ha aggiunto Mauro Cori - ci troveremmo di fronte all’ennesima speculazione edilizia, che non verrebbe di certo incontro alle esigenze già più volte palesate dalla cittadinanza, in termini di spazi pubblici e di strutture ricreative e di aggregazione”.“Con una simile speculazione edilizia, si sottrarrebbe, in primo luogo, alla parte alta del paese un’altra infrastruttura importante, in modo da accelerare ancor di più il processo di trasformazione di Piattoni in un vera e propria “cittadella dormitorio”. “In secondo luogo – prosegue, senza esitazioni, l’esponente di An - si penalizzerebbero ulteriormente le società sportive che, già da tempo, lamentano il poco spazio concesso a propria disposizione”. Sono, infatti, più di venti le squadre di calcio targate Castel di Lama, che si contendono gli impianti sportivi messi a disposizione da un Comune che vanta una vero e proprio record nel numero di società iscritte nei rispettivi campionati di categoria. E’ chiaro che un’eventuale trasformazione del campo sportivo di Piattoni provocherebbe un immediato inasprimento del turn over che le squadre di calcio del paese sono già costrette a sopportare in attesa della costruzione del nuovo impianto.“Terzo, infine, non sono ancora chiare le modalità dell’eventuale costruzione del centro sportivo, ma voci informate, parlano di una struttura privata alla quale il Comune dovrebbe versare comunque una quota di gestione”. “Il progetto dell’amministrazione di scippare quest’impianto ai cittadini – conclude Mauro Cori - è l’ennesimo esempio di come si continui a professare socialità ma nel frattempo si facciano solo gli interessi di pochi”.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Vogliamo parlare della polvere che alzano i calciatori???

Alessandro ha detto...

che problemone... cavolo impegnativo... giusto parliamo della polvere... SNIFFATELA!!!!!!!!