mercoledì 30 luglio 2008

LA DOVE C'ERA L'ERBA ORA C'E' UNA CITTA'.....................................................................


Mauro Cori presidente del circolo di Alleanza nazionale- PDL, denuncia lo stato di abbandono di alcune zone verdi di Castel di Lama:

“ E’ alquanto curioso constatare l’impegno di questa amministrazione per la valorizzazione e la tutela del verde e dell’ambiente. In primo luogo voglio denunziare la grande opera, come viene definita dai nostri amministratori, ovvero il nuovo’ PARCO DELLA PACE’ , che in contro tendenza alla funzionalità stessa per il quale è stato concepito si presenta alla gente con un grande muro cementificato che stona totalmente con il parco stesso. Si può costruire come entrata di un parco, un muro cosi grande di cemento? Mi pare un controsenso vero e proprio!!!!!
I nostri fossi, la quale bellezza non può essere messa in discussione cosa fa l’amministrazione per tutelarli e per renderli accessibili?
Piste ciclabili e camminamenti in questi luoghi sono un miraggio per Castel di Lama al contrario di altri comuni limitrofi che sono riusciti a valorizzarli.
Invito i cittadini di Castel di Lama a fare una passeggiata alle ‘ Querce di Georg’ che neanche a farlo apposta si trovano a pochi metri dalla sede comunale, per rendersi conto del grado di abbandono in cui versano, una delle zone verdi più importanti del territorio che ospitano arbusti di querce ultra secolari invase da erbacce che nessuno si degna di tagliare. Voglio ricordare loro che valorizzare e rendere accessibili questi luoghi e è sicuramente una ricchezza per il nostro territorio.
La strada di Colle Cese che attraversa quella che ancora può essere definita come zona totalmente agricola e che offre dei paesaggi mozzafiato, perché non la si sistema? La parte finale di questa ( via della Pace) in caso di pioggia diventa un vero e proprio torrente contornato da buche le quali costituiscono un vero e proprio pericolo per chi la percorre con automobili o altri mezzi.
Non basterebbe un giornale intero per descrivere tutto ciò che non è stato fatto e voglio ricordare a chi in questi giorni scrive sempre di ambiante e tutela di questo, che prima di farci sopra della propaganda su questi temi sarebbe bene intervenire per il bene della comunità tutta.”

3 commenti:

MARCO ha detto...

Parlano di verde e cementificano tutto. Bella roba.

Anonimo ha detto...

QUESTI VERDI SONO COME I COCOMERI: VERDI FUORI E ROSSI DENTRO.
ALLA FACCIA DI CHI LI VOTA

Alessandro ha detto...

scusa è te parli tanto di ipocrisia dell'ambiente guarda il tuo capo di partito che vuole la legalità e guarda la sua fedina penale... http://viaberlusca.blogspot.com/2008/02/fedina-penale-di-silvio-berlusconi.html. E i verdi sono ipocriti ma vai va...